LA VISITA AL DOI SUTHEP DI CHIANG MAI.

LA VISITA AL DOI SUTHEP DI CHIANG MAI.

In un soggiorno nel Nord della Thailandia, la VISITA AL DOI SUTHEP DI CHIANG MAI è doverosa!  

Affacciato sulla città dal suo trono montano, il WHAT PHRA THAT DOI SUTHEP (più semplicemente DOI SUTHEP) è uno dei templi più sacri della Thailandia settentrionale.

UN PO’ DI STORIA.

Il DOI SUTHEP fu fondato nel 1383 dal re Keu Naone per custodire un frammento d’osso della spalla del Buddha. Questa reliquia, che fu portata nel regno di Lanna da un monaco nomade, proveniente da SUKHOTHAI, si ruppe in due pezzi alla base della montagna: una parte è custodita nel WAT SUAN DOK mentre il secondo frammento fu legato sul dorso di un elefante bianco sacro il quale venne lasciato libero di girovagare a suo piacimento nella giungla fino alla fine dei suoi giorni. Il luogo da lui prescelto per morire segnò il luogo in cui in seguito venne fondato il tempio.

Oggi il DOI SUTHEP oltre ad essere un luogo di profondo culto e preghiera è anche la casa di una vasta comunità monastica ed ospita una famosa scuola di meditazione, la Doi Suthep Vipassana Meditation Center aperta a tutti coloro che sono interessati ad approfondirne le tecniche secondo i principi buddisti, senza preclusioni per gli stranieri.

VISITA AL DOI SUTHEP.

DOI SUTHEP in Chiang Mai

Il DOI SUTHEP può essere raggiunto salendo una ripida scalinata di 306 gradini affiancata da naga a mosaico; questa salita è considerata un atto di meditazione buddhista per i devoti, mentre i pellegrini meno allenati possono salire con un tram a cremagliera (al costo di 20 bath).

La terrazza situata in cima alla scalinata è costellata da alberi, piccoli templi, giardini di rocce e monumenti, compresa una statua dell’elefante bianco che portò la reliquia del Buddha nel luogo in cui si trova oggi. 
Prima di entrare nel cortile interno, i bambini rendono omaggio alla statua del drago guardiano a forma di lucertola, conosciuto con il nome di Mom.

I gradini portano alla grande terrazza interna, dove un passaggio circonda lo scintillante chedi dorato che custodisce la reliquia. L’ombrello a cinque ordini che lo sormonta venne eretto per celebrare l’indipendenza della città dal regno della Birmania e la sua adesione alla Thailandia. Qui i pellegrini si mettono pazientemente in coda per lasciare boccioli di loto ed altre offerte ai santuari che circondano il chedi, decorati con statue del Buddha in una straordinaria varietà di pose e di materiali.

Buddha all'interno del DOI SUTHEP
Buddha all’interno del DOI SUTHEP

COME ARRIVARE AL DOI SUTHEP.

DOI SUTHEP IN ROT DAANG.

ROT DAANG, il taxi condiviso di Chiang Mai.
ROT DAANG, il taxi condiviso di Chiang Mai.

Il metodo migliore (ed anche economico) per effettuare LA VISITA IL DOI SUTHEP DI CHIANG MAI è quello di prendere i famosi ROT DAANG, ovvero i taxi collettivi rossi simboli della città.
Possono essere presi presso l’Università di Chiang Mai (al di fuori della città vecchia) e, al costo di 40 bath a persona vi porteranno al DOI SUTHEP (in 15-20 minuti).
Ovviamente questo taxi partirà solo quando sarà al completo (ma è molto probabile che si riempia in un breve tempo) e non vi attenderà durante la vostra visita.
Per tornare non preoccupatevi. In fondo alla scalinata del complesso troverete sempre un altro ROT DAANG pronto a fare il percorso inverso e  con altri 40 bath a persona potete tornare in città.

DOI SUTHEP IN TAXI.

GRAB, l'applicazione per prenotare taxi in Asia
GRAB, l’applicazione per prenotare taxi in Asia

Se l’idea di condividere un taxi non fa per voi, si può raggiungere il DOI SUTHEP prendendo un taxi privato (che poi è sempre un taxi condiviso con solo voi a bordo) oppure utilizzando GRAB. 
GRAB è l’equivalente asiatico di UBER dove, tramite l’applicazione dedicata, potete prenotare una corsa verso il complesso dei DOI SUTHEP. Il taxi privato ha un costo sui 300-500 bath totale (andata e ritorno) mentre GRAB dipende molto dal punto di partenza (ma comunque non meno di 300 bath solo andata o solo ritorno).

DOI SUTHEP A PIEDI.

Arrivo al tempio del DOI SUTHEP

Ultimo metodo per raggiungere il DOI SUTHEP ed effettuare LA VISITA IL DOI SUTHEP DI CHIANG MAI è quello di raggiungerlo a piedi, attraverso un particolare trakking.
All’inizio di ogni anno accademico, nel mese di Luglio, le matricole della Chiang Mai University compiono il pellegrinaggio annuale al Wat Phra That Doi Sutep, per immergersi nello spirito della città, che secondo la leggenda risiederebbe nella montagna. Gli studenti salgono passando per un sentiero fangoso, l’antico sentiero che i monaci percorrevano per andare a venerare le reliquie del Buddha. Il sentiero parte vicino alla torre delle comunicazioni, nei pressi dell’ingresso posteriore dello Zoo di Chiang Mai e si snoda nei terreni del Wat Phalad.

Per raggiungere il punto di partenza di questo sentiero bisogna recarsi all’estremità delle mura perimetrali dell’ateneo in Th Suthep e seguire la strada segnalata sulla destra verso Palaad Tawanron fino a raggiungere l’ingresso posteriore dello zoo; tenendovi sulla sinistra alla biforcazione arriverete alla torre delle telecomunicazioni dove un cartello marrone indicherà l’inizio del sentiero.


SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL:


L’articolo ti è piaciuto?
Lo hai trovato utile?

Hai dubbi o domande? Scrivimi pure nei commenti e se ti va condividi questo articolo con i tuoi amici!!!
Un abbraccio grande!!!
PROFILONOMADE – Il Blog di Viaggio di Danilo e Marcella


ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST:


Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *