WAT PHO, IL TEMPIO DEL BUDDHA SDRAIATO

WAT PHO, IL TEMPIO DEL BUDDHA SDRAIATO

Un posto simbolico, che tutti i viaggiatori riportano sul loro taccuino quando visitano la città di BANGKOK? Senza dubbio il WAT PHO, il tempio del Buddha sdraiato!!!

Se si visita la città di Bangkok per la prima volta (ma anche le volte successive), il WAT PHO risulta essere una delle “attrazioni principali” della città (ma anche dell’intera Thailandia). É situato nel quartiere vecchio della capitale ovvero vicino al Grande Palazzo reale nella riva opposta ad un altro bellissimo tempio ovvero il Wat Arun.

UN PO’ DI STORIA

La storia del Wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato parte da lontano. Prende il suo nome da un monastero situato in India, nel quale si ritiene che abbia vissuto Buddha. Nel periodo che precede la costruzione del tempio, in questo luogo sorgeva un centro dedicato all’ insegnamento della medicina e delle tecniche tradizionali del massaggio Thai. In seguito, Rama I fece costruire il tempio utilizzando i frammenti di una enorme statua del Buddha che era stata distrutta dai Birmani nel 1767. Nel corso degli anni il complesso di edifici subì numerosi cambiamenti. Durante il regno di Rama III, intorno al tempio vennero affisse alcune iscrizioni contenenti testi di medicina tradizionale.

Un doveroso consiglio per chiunque voglia visitare il tempio.
PRENDETEVI TEMPO!!!

Infatti, anche se il Buddha d’oro è una icona della Thailandia, solitamente i turisti fanno capolino qui per una visita lampo e non si soffermano a visitare il complesso degli edifici che compongono il tempio. Inoltre, un altro buon motivo per trascorrere più tempo in questo luogo è la possibilità di concedervi un momento di totale relax e provare l’ indimenticabile esperienza di un massaggio tradizionale Thai.
Sì, perché in uno degli edifici ha sede la scuola di massaggio di Wat Pho, considerata una delle eccellenze thailandesi. Non serve quindi dire che siete in ottime mani! Vale la pena, prima o dopo la visita al Buddha sdraiato dare un’occhiata anche al resto del tempio. Infatti qui Potete visitare il complesso di edifici in maniera autonoma, ma, se lo desiderate, potete anche prenotare una visita guidata in lingua inglese.
Non potete perdervi una visita alle 4 cappelle che contano in totale 394 statue in oro del Buddha nella posizione del fiore di loto, provenienti da varie zone della Thailandia.

Serie di Buddha all'interno del complesso del Wat Pho
Serie di Buddha all’interno del complesso del Wat Pho
Interno del complesso del Wat Pho
Interno del complesso del Wat Pho
Buddha all'interno del complesso del Wat Pho
Buddha all’interno del complesso del Wat Pho

WAT PHO, IL BUDDHA SDRAIATO

All'intero del Wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato
All’intero del Wat Pho, il tempio del Buddha sdraiato

Il Buddha sdraiato è la vera perla del Wat Pho. Le misure della statua sono a dir poco impressionanti: 15 metri di altezza, 46 metri di lunghezza, così grande che sembra l’abbiano fatto entrare a forza nell’edificio. I piedi del Buddha sono lunghi 5 metri e sono decorati con incantevoli immagini in madreperla raffiguranti i ‘laksanas’ (caratteri e segni) di buon auspicio. Il numero 108 è considerato sacro nella religione buddhista e simboleggia le 108 azioni e simboli positivi che hanno aiutato il Buddha a raggiungere la perfezione.

L'immensità del Wat Pho
L’immensità del Wat Pho

All’ ingresso (come in tutti i templi) dovrete togliervi le scarpe e, se volete regalarvi un po’ di fortuna, vi consiglio di munirvi un cestino di monete, che potete acquistare all’entrata, e depositarle nei 108 contenitori di bronzo che trovate lungo le pareti del tempio. Nel momento in cui lasciate cadere le monete si produrrà un suono molto piacevole e, anche se i vostri desideri non si avvereranno, le offerte verranno comunque donate ai monaci e utilizzate per il restauro e la conservazione di Wat Pho. Trattandosi di un luogo sacro, tutti i visitatori devono indossare un abbigliamento adeguato quindi le spalle e le gambe (dalle ginocchia in su) devono essere coperte.

Informazioni utili

  • Orari di apertura:  tutti i giorni dalle 08.30 alle 18.30;
  • Ingresso: gratuito per i thailandesi, 100 baht per gli stranieri;
  • Regole di abbigliamento: Il Wat Pho è considerato un sito sacro in Thailandia. I visitatori devono vestirsi in maniera adeguata prima di poter accedere al tempio. In particolare, gli uomini devono indossare pantaloni lunghi e camicie con le maniche (vietate le canottiere, i sandali senza calze). Stesso discorso per le donne, alle quali non è concesso indossare vestiti trasparenti o abiti che lasciano le spalle scoperte.

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL:


Ti è piaciuto oppure ti è risultato utile questo articolo?
Facci sapere allora la tua opinione nei commenti e se ti va condividi questo articolo con i tuoi amici!
Ma sopratutto continua a seguirci, qui e sui vari social e non perderti le prossime letture.
Ciao!!!!!

PROFILONOMADE – IL BLOG DI VIAGGIO DI DANILO E MARCELLA


ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST:


Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *